Galleria

PARENZANA MAGIC BIKE – corsa ciclistica transfrontaliera

Pubblicato: 06.07.2015.


Sa startom u Bujama, Parenzana Magic Bike vodi vas do budućeg Bike centra u Tribanu, nakon čega prolazi se ponovno kroz Buje kako bi se Parenzanom uputili do slovenske granice, i nastavili do Lucije, tj. Forma Vive gdje, na prekrasnoj livadi uz samo more, očekuje vas okrjepa i skupljanje snage za nastavak utrke.
Na povratku nakon prolaska granice penje se do cilja u Kanegri, gdje pogledom pratimo Piranski zaljev i Sečoveljske soline.

Ukupna dužina biciklijade je cca 35 km.
Kraća ruta se na 15-tom kilometru trase (prije granice) račva, te se umjesto kružne vožnje do Lucije i nazad, ide direktno u Kanegru. U tom slučaju taj će dio biciklijade iznositi cca 20 km.

Trasa je u najvećem djelu makadamski put i asfaltirana podloga na kojoj se može, osim MTB biciklom, voziti i trekking biciklom. Primjerena je svim biciklistima, pošto su trasa i ritam vožnje lagani i prilagođeni većini.
Biciklijada je organizirana kao obiteljsko cjelodnevno druženje na jednoj od najznačajnijih i najljepših biciklističkih trasa Europe, a nakon završetka utrke, očekuje vas zabavni program te radionice na temu zdravlja, sporta i uključivanje djece u biciklizam.

Start: 09:00 h, Buje – Zgrada stare stanice Parenzane
Cilj i proglašenje: 15:00 h, Kanegra

PROGRAM:
08:00 – Okupljanje i registracija sudionika (Buje – Zgrada stare stanice Parenzane)
09:00 – Start biciklijade prema Tribanu
09:30 – Triban – Obraćanje projektnih partnera ispred zgrade bike-centra
12:50 – Lucija/Forma Viva – Okrjepna stanica
15:00 – Kanegra – cilj biciklijade – ručak za sudionike
15:00 – 21:00  Zabava uz DJ-a
16:00 – Predavanja i radionice:

Uključivanje djece u bavljenju biciklizmom – prof. Jurica Galić

 PARENZANA MAGIC BIKE – corsa ciclistica transfrontaliera (Fonte: La Voce del popolo)

BUIE | È stata presentata ieri mattina la manifestazione sportivo-culturale “Parenzana Magic Bike”, una corsa ciclistica che si terrà l’11 luglio su un tragitto transfrontaliero, ripercorrendo i sentieri della Parenzana nei tratti a ridosso del confine tra Slovenia e Croazia. L’evento rientra nelle molteplici sfaccettature del progetto europeo “Parenzana Magic”. Viene così anticipato culturalmente il ritorno di un territorio senza confini, che solo Schengen contribuirà a realizzare, anche se, stando alle ultime indiscrezioni sull’asse Zagabria – Bruxelles, ciò non avverrà prima del 2017. Finanziato dall’UE, il progetto “Parenzana Magic” rientra nel programma IPA Slovenia – Croazia 2007-2013. Il suo scopo principale è la rivitalizzazione del percorso della ferrovia Trieste-Buie-Parenzo, offrendo ai ciclisti e ai turisti in generale i servizi necessari.

Capodistriano e Buiese uniti

La Regione Istriana, in qualità di partner principale, ha riunito due dei suoi partner per realizzare il giro: la Città di Buie e il Comune di Capodistria. Come ha spiegato Manuel Vigini, presidente del “Mountain Bike Club” di Grisignana, lo start verrà posizionato a Buie. Fino a 300 ciclisti (questo il tetto massimo di iscrizioni consentite), raggiungeranno il Bike Center a Tribano. Lì si terranno due brevi lezioni: “I bambini e il ciclismo” e “L’importanza dell’alimentazione e dell’idratazione nello sport”. Poi si ripartirà tornando a Buie per continuare verso il confine, attraversarlo senza percepirlo e arrivare a Forma Viva di Santa Lucia. Dopo aver preso fiato ed essersi rifocillati, la carovana ripartirà verso il confine, e passando per la spiaggia buiese di Canegra, come faceva la ferrovia a scartamento ridotto, si tornerà a Buie. “La lunghezza complessiva del percorso è di circa 35 chilometri, ma è adatto a chiunque, visto l’andamento lento con cui procederemo”, ha specificato Vigini nel ringraziare la polizia di frontiera croata e slovena per la collaborazione e il supporto nell’attraversamento del valico.

Un tragitto da valorizzare

Ieri mattina a palazzo municipale era presente anche l’assessore al Turismo della Regione Istriana, Nada Prodan Mraković, secondo la quale la Parenzana può offrire ancora molto per il territorio, e questa ne è la dimostrazione. “Abbiamo intenzione di organizzare anche altri progetti sul filo conduttore della Parenzana, poiché il vecchio tragitto riesce a eliminare mentalmente i confini fisici che ci sono oggi”, ha detto. Della stessa opinione pure lvana Štrkalj, coordinatrice per i progetti internazionali del Comune di Capodistria.

Presto il «Parenzana Friendly Center»

Il sindaco di Buie, Edi Andreašić, ha rammentato un altro punto del progetto: la costruzione (ormai agli sgoccioli) del Parenzana Friendly Center nella frazione buiese di Tribano, ricavato ristrutturando una vecchia scuola. L’investimento è pari a circa 1,9 milioni di kune. Il nuovo edificio offrirà ai ciclisti e a tutti i fruitori della pista ciclabile nuove opportunità e servizi, come assistenza, informazioni sugli itinerari, possibilità di riposarsi per uno o più giorni e altro ancora.

Nell’edificio è prevista l’apertura della sede dell’ente pubblico “Parenzana”, per la manutenzione e la gestione della pista ciclabile, che rappresenta anche un’opportunità di impiego per la comunità locale. Verrà inaugurato a settembre.
Il primo cittadino ha ricordato infine anche gli altri partner del progetto “Parenzana Magic”, che oltre alla Regione e ai Comuni di Buie e Capodistria hanno partecipato e stanno realizzando altri punti del progetto, ossia i Comuni di Isola, Pirano e Montona e la Città di Parenzo.


 

In primo piano

Skip to content